Sezione salto blocchi

Home » Vivere Sanremo » Barriere Architettoniche » Comitato P.E.B.A. » Relazione Attività Annuale

Relazione Attività Annuale

Nel 2022 l'attività del Comitato PEBA è stata condizionata da alcuni problemi burocratici che hanno rallentato lo sblocco dei fondi dedicati all'abbattimento delle barriere architettoniche.

Inoltre nell’estate si sono presentati molti problemi negli edifici scolastici, per i quali si sono persi ulteriori mesi

Per questi motivi, dopo il completamento dell'attraversamento pedonale di via Roma in corrispondenza di via Carli iniziato nel ’21, solo ultimamente è stato possibile valutare l'affidamento dei prossimi interventi a livello di messa a norma di attraversamenti pedonali già identificati come prioritari. Sono già stai stanziati i fondi e nei primi mesi del 2023 verranno quindi affidati  i lavori in via Martiri (in corrispondenza alla Torre Saracena) e a Poggio per il tratto che raccorda il centro con la chiesa.

Questi problemi non hanno però fermato l'attività del Comitato PEBA sul territorio: abbiamo svolto diversi sopralluoghi per verificare l'esistenza di problemi segnalati da alcuni cittadini, o dagli stessi uffici comunali, e portare il nostro contributo all'identificazione delle soluzioni più idonee. Alcuni esempi sono:

  • l'intervento alla scuola Rodari del Borgo dove al momento sono stati rimessi in funzione i montascale preesistenti ma si è individuata l'opportunità di una soluzione più organica e definitiva ai problemi di accessibilità
  • il sopralluogo nella frazione di Poggio, dove si sono riscontrati vari problemi di viabilità per i quali solo il suddetto è facilmente risolvibile, mentre cercheremo di dare accesso all’ufficio postale, già servito da uno scivolo ma con problemi sul marciapiede e nelle vicinanze si valuterà anche un posto auto disabili.
  • Ci è stata segnalata la creazione di una BA alla piscina del Mediterranee e ad un sopralluogo ci è stato riferito che se ne sarebbero occupati al più presto.
  • Il coinvolgimento nel recupero del forte di Santa Tecla dove è già accessibile la terrazza superiore e, con il prossimo blocco di lavori, anche i disabili potranno entrare dall'ingresso principale
  • I sopralluoghi sulla ciclabile dove siamo intervenuti per controllare che il posizionamento dei box di servizi igienici a Pian di Poma e ai Tre Ponti fosse effettuato senza creare barriere

Inoltre un risultato importante è stato l'affidamento alle consulenti, che già hanno sviluppato il primo blocco del piano PEBA comunale, dell'incarico per la progettazione della segnaletica funzionale del Palafiori, ormai diventato un centro di uffici pubblici e di servizi alla cittadinanza. Tale progetto conterrà anche le linee guida per la soluzione di problematiche simili in altri contesti e tratterà anche il problema legato ai piani di evacuazione, con una segnaletica verticale che orienti l'utente e tenga conto sia dei percorsi senza barriere che delle necessità di non vedenti e ipovedenti

Nel contempo, nel corso delle regolari riunioni mensili del Comitato, sono stati affrontati alcuni problemi molto importanti:

  • La necessità di predisporre un piano pluriennale di interventi sugli edifici scolastici di proprietà comunale per garantirne l'accessibilità ai disabili e la sicurezza in caso di emergenza
  • L'importanza che i piani di evacuazione di emergenza degli edifici pubblici e degli stessi edifici scolastici prevedano vie di fuga compatibili con la presenza di persone a ridotta mobilità
  • L'importanza di promuovere la mobilità dei disabili con i mezzi pubblici (a questo fine sono stati avviati contatti con Riviera Trasporti senza ancora riuscire a far inserire nel loro sito le informazioni di base su questo servizio) con la garanzia di un adeguamento dei mezzi che ci sembra si stia affettivamente avverando.
  • La sensibilizzazione degli albergatori verso l'organizzazione di una accoglienza adatta ai portatori di handicap
  • Il miglioramento della accessibilità ai locali commerciali del centro turistico/commerciale

Questi argomenti sono stati portati alla attenzione della Amministrazione e degli uffici competenti nel corso di una riunione tenutasi all'inizio di dicembre, presenti il Sindaco, l'Assessore al Patrimonio, il comandante della Polizia Municipale e diversi dirigenti e funzionari.

In riferimento dell’accessibilità ai locali del centro, su spunto di altre realtà, si è proposta all’amministrazione una campagna di sensibilizzazione con l’aiuto delle associazioni di settore.

Per il 2023 sono in corso contatti con l'Ordine Provinciale degli Ingegneri per organizzare un convegno centrato sul problema dei piani di evacuazione di emergenza degli edifici pubblici, incluse le scuole, che devono tenere conto delle problematiche legate alla disabilità. Il tentativo sarà quello di coinvolgere gli esperti del settore con i quali il Comitato ha già avviato dei contatti per aumentare la competenza specifica dei progettisti della nostra provincia e dei tecnici degli uffici comunali.

Inoltre seguiremo i lavori già programmati a Coldirodi, e approfondiremo l'esame del parcheggio sotterraneo di Piazza Eroi Sanremesi che non deve essere discriminatorio per i veicoli che trasportano disabili molto spesso caratterizzati da una altezza superiore a quella ammessa nei parcheggi a piani sovrapposti.

Per migliorare l'accoglienza turistica rivolta ai disabili abbiamo anche programmato un contatto con la cooperativa che organizza le visite della città affinchè preveda dei percorsi per quanto possibile accessibili.

Nel corso di quest'anno è stato ultimato ed aperto al pubblico il bagno al piano -1 del parcheggio Palafiori: un ottimo progetto dal punto di vista funzionale. Due bagni uomo donna entrambi accessibili alla carrozzina superando la ormai vecchia impostazione che prevedeva l'esecuzione di un bagno specifico per disabili in aggiunta a quelli per normodotati.

Sono stati realizzati a regola d'arte gli scivoli negli attraversamenti pedonali in via Nino Bixio all'altezza di via Gaudio ed in corso Trento Trieste all'altezza della Lega Navale. Attualmente si stanno ultimando i lavori in via Roma all'altezza di via Carli.

È stato affrontato il problema dei trasporti pubblici. Abbiamo incontrato l'ingegner Corrado dirigente di Riviera Trasporti il quale ci ha informato sulla situazione: la rete Litoranea fino ad Andora è totalmente servita da pullman con gli scivoli, il centro e l'entroterra hanno un servizio a chiamata e per il tragitto Taggia-Ventimiglia (attualmente meno attrezzata per disabili) sarà ripristinata la filovia con tutti criteri di accessibilità dettati dalla norma
È previsto l’acquisto di nuovi mezzi che naturalmente saranno attrezzati per il trasporto degli utenti in carrozzina.

È stato finanziato un progetto di riqualificazione della Pigna per il quale abbiamo fornito informazioni e chiesto alcuni interventi come l'apertura di Vicolo Vallai e la realizzazione di un ascensore che porti in piazza Santa Brigida. Questo progetto sarà seguito da tutti noi con estrema attenzione.

Esaminando il progetto dell'auditorium Franco Alfano, abbiamo chiesto un bagno esterno accessibile (visto che nella progettazione era previsto solo nel piano interrato servito da un montascale) e sono stati realizzati ulteriori due posti per la visione degli spettacoli nella zona più alta dell'auditorium.

Gli uffici dell'Anagrafe al Palafiori, recentemente ultimati e aperti al pubblico, sono stati seguiti dalle architette Galdi e Saviozzi, progettiste del PEBA, e non hanno problemi di accessibilità. 
Esiste ancora una grave carenza nella segnaletica verticale per l'indirizzamento ai vari servizi presenti nella struttura. Determinare una segnaletica adeguata è più complicato di quanto si possa pensare, ma l'obiettivo è ambizioso. Il progetto dovrebbe essere integrato con sistemi tecnologici che possano essere utili anche a non vedenti e ipovedenti e si sta lavorando in questa direzione.

E' tutt'ora aperto un problema con il piano di evacuazione riguardante in particolare il primo piano del Palafiori. Si tratta di un problema ampio da affrontare a livello generale in quanto spesso la segnaletica non è utile a chi si muove in sedia a ruote, anzi potrebbe essere un ulteriore pericolo creando intralcio per tutti.

La scuola secondaria al mercato dei fiori in Valle Armea ha superato la verifica di accessibilità  grazie all'architetto De Luca che ha messo in pratica alcuni suggerimenti nostri e delle preziose architette del PEBA affinché le informazioni per la mobilità interna siano fruibili anche da ipovedenti o non vedenti. Anche qui resta però da migliorare il piano di evacuazione.
D'Alessandro ha collaborato con il CED per risolvere problemi di accessibilità del sito istituzionale per i non vedenti.

È stato realizzato un documento con informazioni di varia natura utili per i turisti con disabilità ed è stato inserito sia nella pagina PEBA che sul sito LIVE&LOVE; a quest'ultimo sono stati dati anche alcuni suggerimenti sulla gestione delle informazioni per la disabilità. Lo stesso documento è ora disponibile anche presso URP e INFOPOINT.

Continuiamo a seguire l'evoluzione di Santa Tecla: è stato predisposto un cartello da esporre sul marciapiede davanti all'ingresso principale che indirizza il disabile in carrozzina all'ingresso laterale munito di citofono. Con un prossimo finanziamento ci è stato garantito che sarà realizzato uno scivolo che porterà all'ingresso primario.

Nei progetti già esistenti, i piani superiori saranno serviti da montacarichi e si potrà arrivare sulla terrazza in carrozzina.

È stato ripristinato il montacarichi del Floriseum fermo da parecchi anni. All'interno sono presenti ancora alcuni gradini facilmente compensabili con piccole rampe in legno.

Su indicazione del PEBA sono stati modificati i parcheggi per disabili in piazza Colombo inserendo un terzo stallo sebbene con area di carico/scarico un po' ridotta.

Per coinvolgere gli albergatori nel fornire informazioni riguardanti l'accessibilità delle loro strutture, abbiamo chiesto e ottenuto di poter partecipare ad un tavolo del turismo. Alcuni operatori hanno risposto celermente. L'intento è quello di fornire loro le nozioni necessarie per dare le giuste informazioni di accessibilità a chi le richieda, e se possibile creare un elenco di alberghi accessibili
 

Nonostante i gravissimi problemi causati dalla pandemia di COVID-19, nel corso del 2020 il Comitato PEBA (Piano Eliminazione Barriere Architettoniche), e la Amministrazione Comunale non hanno ridotto la loro attenzione al problema della inclusività della nostra città raggiungendo anche alcuni risultati di rilievo.

In precedenza abbiamo sottolineato l'importanza di poter disporre di un piano PEBA come punto di riferimento per tutti gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche. Il primo nucleo del PEBA del comune di Sanremo è stato consegnato in primavera dalle Architette Galdi e Saviozzi e ha concluso l'iter burocratico di approvazione nei primi giorni del 2021.

I recenti passaggi pedonali all'incrocio tra via Gioberti e via Nino Bixio sono appunto stati realizzati adottando tutti i provvedimenti contenuti nelle linee guida che fanno parte del progetto PEBA, tenendo conto delle esigenze delle persone in carrozzina ma anche dei non vedenti e degli ipovedenti.

Intervenire su situazioni di fatto in gran parte non modificabili non è semplice e spesso per tenere conto di tutte le prescrizioni è necessario accettare dei compromessi. Per questa ragione la disponibilità di linee guida che riassumano le priorità da rispettare è particolarmente importante.

Le stesse consulenti hanno seguito la realizzazione dei nuovi uffici dell'Anagrafe e il loro intervento ha permesso di correggere alcuni errori mentre i lavori erano ancora in fase di esecuzione. Questi uffici possono comunque essere portati ad esempio per la loro dotazione di percorsi guidati con LOGES per non vedenti e di mappe di orientamento tattili e potranno servire da riferimento per la realizzazione di tutti i nuovi uffici pubblici. Purtroppo non è stato ancora possibile adeguare agli stessi criteri l'atrio del Palafiori e le parti comuni con gli uffici ASL e questo intervento è stato inserito dal comitato PEBA tra i prossimi obiettivi da perseguire.

Il piano PEBA è stato utile anche nelle scelte che sono state fatte a livello di contrasti cromatici e percorsi preferenziali nella struttura scolastica di valle Armea e nella progettazione dell'intervento di recupero della scuola Pascoli.

Nella revisione dell'auditorium Franco Alfano in via di completamento nel Parco Marsaglia sono state proposti alcuni interventi per facilitare l'accesso dei disabili al palco e per la realizzazione di un servizio igienico accessibile a piano terra in aggiunta a quello previsto originariamente nel sottopalco che avrebbe richiesto, per una persona in carrozzina, l'uso di un montascale.

Anche l'intervento in fase di progettazione nella parte sud del parco di villa Ormond (denominata Parco Nobel, sebbene pochi ne siano a conoscenza) sarà ispirato alle linee guida contenute nel piano PEBA e prevederà percorsi privilegiati per disabili motori oltre a targhe in alfabeto Braille illustrative delle caratteristiche botaniche.

Segnaliamo anche che l'annoso progetto di realizzare un servizio igienico accessibile nel parcheggio del Palafiori è finalmente partito anche se prima il lockdown e poi le limitazioni di vario genere ai movimenti ne stanno rallentando l'avanzamento.

Per ultimo citiamo la revisione del sito web del Comune di Sanremo che ha permesso, tra molto altro, di riordinare le informazioni sulla attività del comitato PEBA.

Nel 2019 l'attività del Comitato Comunale per l'Eliminazione delle Barriere Architettoniche, recentemente reinsediato dopo le ultime elezioni amministrative, ha riscontrato una buona crescita ottenendo la collaborazione degli uffici tecnici comunali e incrementando con gli stessi lo scambio di informazioni e pareri.

Due sono i punti cruciali che quest'anno hanno fatto cambiare marcia alla questione barriere architettoniche (BA), in ambito comunale.

Il primo è stato l'assegnazione del progetto PEBA, ovvero dell'incarico alle architette Alice Saviozzi e Valia Galdi, dotate di esperienze pregresse nel settore, della stesura di un piano organico per la progressiva eliminazione delle BA nel nostro territorio.

Il Comitato, dopo la presentazione delle linee operative, ha appoggiato le professioniste incaricate fornendo tutto il materiale frutto delle proprie attività precedenti.

Il loro lavoro ha portato ad un incremento della sensibilità e dei rapporti con l'amministrazione, facendo sì che questa squadra abbia ottenuto degli ottimi risultati. Sono stati anche prodotti strumenti consultabili, ad esempio linee operative per la realizzazione di varie tipologie di scivoli di accesso ai marciapiedi e per l'installazione delle segnalazioni pedotattili LOGES, che resteranno a disposizione dei tecnici per uno sviluppo costante dell'accessibilità.

L'altro punto di grande impulso è stata una giornata formativa sull'argomento barriere architettoniche, organizzato in collaborazione con l'ordine degli architetti e il prezioso lavoro dell'architetta Francesca Aiello.

Il convegno, che ha visto l'intervento di tecnici specializzati molto preparati, ha dato i suoi risultati sviluppando quelle dinamiche necessarie affinché l'argomento BA sia approcciato con ordinaria naturalezza da tutti gli addetti ai lavori.

E' stata inoltre avviata una convenzione con l'Istituto Colombo, volta a coinvolgere gli studenti del terzo e quarto anno del corso per geometri nella valutazione della accessibilità degli edifici comunali a partire dalle scuole. Le visite saranno condotte utilizzando come guida le schede di valutazione sviluppate negli anni scorsi dal Comitato e costituiranno un passo preliminare per l'analisi più approfondita che farà parte del PEBA.

Anche l'annoso problema di realizzare un servizio igienico al Palafiori accessibile a tutti e disponibile tutto l'anno, è stato portato a conclusione: identificata l'area, definito il progetto secondo le norme e appaltati i lavori, adesso si attende l'apertura del cantiere.

Dal punto di vista più pratico il Comitato è intervenuto, valutando problematiche e suggerendo soluzioni, nei seguenti punti:

  • Cimitero di Bussana
  • Mercato annonario
  • Sopralluogo cantiere Auditorium Franco Alfano
  • Vari scivoli di accesso ai marciapiedi
  • Ristrutturazione del forte di S.Tecla, dove la Sovrintendenza che gestisce l'operazione realizzerà una rampa per consentire ai disabili di entrare dall'ingresso principale
  • Rampe di accesso allo stadio attraverso il portale monumentale
  • Segnalazione di priorità per la destinazione dei fondi vincolati
  • Caratteristiche dei dehors di vari bar e ristoranti
  • Marciapiede della parte superiore di via Padre Semeria
  • Montascale di Palazzo Roverizio
  • Monitoraggio spiagge per una continuità di adeguamento
  • Consulenze a professionisti incaricati di interventi su locali pubblici
  • Contatti con dr. Lisa responsabile del nuovo dipartimento disabilità della ASL1

Nel corso del 2018 l'attività del Comitato PEBA si è realizzata attraverso riunioni mensili verbalizzate dal personale URP messo a disposizione dalla Amministrazione Comunale e svariati incontri, discussioni, sopralluoghi svolti dai componenti di volta in volta disponibili.

Nonostante nel corso dell'anno sia avvenuto un avvicendamento dei componenti politici del Comitato, dobbiamo riscontrare uno sviluppo molto positivo della collaborazione con gli uffici tecnici del Comune ed in particolare con l'Assessorato ai Lavori Pubblici.

In attesa che l'Amministrazione Comunale attribuisca la dovuta priorità alla stesura di un piano organico per l'abbattimento delle barriere architettoniche, sancito come obbligo da una legge di oltre vent'anni fa e fortemente richiesto dal Comitato, i punti più rilevanti della attività del Comitato sono di seguito riassunti:

  • Interventi in loco durante la realizzazione di scivoli per l'accesso ai marciapiedi al fine di porre rimedio ad alcuni errori di esecuzione riscontrati nel primo lotto di lavori
  • Revisione del progetto del servizio igienico da realizzare al Palafiori con suggerimento di varie modifiche per aumentarne la fruibilità da parte di diverse categorie di cittadini disabili e non
  • Aggiornamento delle informazioni sulle spiagge accessibili e trasmissione alla Consulta Regionale per inserimento nella prossima guida che includerà 7 spiagge in Sanremo anziché le 2 incluse nella precedente edizione
  • Ripetuti contatti, purtroppo tutt'ora infruttuosi, con le associazioni degli albergatori per cercare di identificare una serie di strutture turistiche di accoglienza attrezzate per ospiti con disabilità motoria; l'intenzione è quella di inserire queste informazioni nel sito web comunale per attrarre nuova clientela anche fra le categorie svantaggiate
  • Incontri con gli architetti incaricati di sviluppare i seguenti progetti
    • rotatoria della Foce
    • rotatoria di San Martino
    • via Roma
    • piazza Borea d'Olmo
    • piazza Borgo
  • Collaborazione alla stesura del nuovo Regolamento Edilizio per la parte riguardante l'abbattimento delle barriere architettoniche negli ambienti privati aperti al pubblico: sono state introdotte modifiche volte a responsabilizzare maggiormente i progettisti e permettere un migliore controllo da parte degli uffici
  • Collaborazione con alcuni progettisti impegnati nella ristrutturazione di esercizi pubblici al fine di indirizzare la loro attività verso soluzioni che migliorino l'accessibilità; in questo ambito abbiamo ottenuto che l'insediamento di un noto marchio di abbigliamento in via Palazzo risultasse
  • pienamente accessibile e l'impegno da parte di un altro marchio ad adeguare la sede di via Escoffier, contattati anche per alcuni dehors del centro ci fa ben sperare su questa direzione
  • Riattivazione dei contatti con l'Istituto Colombo al fine di coinvolgere gli studenti del corso per Geometri nella valutazione della accessibilità degli edifici pubblici
  • Stesura di un elenco aggiornato di scivoli di accesso ai marciapiedi con relativa priorità
  • Identificazione di alcuni interventi volti a migliorare l'accessibilità dello Stadio Comunale, del Comando di polizia Municipale e dei servizi igienici pubblici di Lungomare Vittorio Emanuele II verso cui orientare le disponibilità economiche disponibili nel 2018

Avvio della organizzazione di una giornata di studio/confronto sulle barriere architettoniche da programmare per la primavera 2019 rivolta agli operatori del settore edilizio (ordini professionali, tecnici del settore e possibilmente studenti)

Realizzazioni

  • Visione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche.
  • Stesura di schede per il censimento delle BA all’interno e nelle immediate vicinanze (avvicinamento ed ingresso) degli edifici pubblici di competenza Comunale.
  • Riscontro pratico delle stesse su n° 3 edifici: sede Municipale, Palafiori, sede Servizi Sociali.
  • Le schede sono state consegnate ai docenti dell’Istituto Geometri C. Colombo al fine di attivare progetti scolastici nell’ambito della convenzione con il Comune di Sanremo nel contesto della Alternanza Scuola/Lavoro.
  • È stata chiesta (ed ottenuta) l’applicazione della LR 15/89 circa la predisposizione di apposito capitolo di bilancio sul quale far confluire il 10% degli Oneri Urbanistici finalizzato alla copertura finanziaria delle opere di abbattimento delle BA.
  • Studio e valutazione delle problematiche relative la percorrenza pedonale della zona centrale cittadina; (da ex stazione FS a nuova stazione FS e dal mare all’altezza della Torre Saracena / Villa Vigo) con identificazione dei passaggi pedonali non accessibili a causa dell’assenza degli appositi scivoli dei marciapiedi.
  • Collaborazione con Sevizio Viabilità per identificazione delle priorità di intervento delle suddette BA al fine dell’affidamento appalti di abbattimento (n° 2 lotti di circa € 40.000).
  • Apertura del portale PEBA all’interno del sito Istituzionale del Comune di Sanremo.
  • Lancio della campagna SANREMO DICHIARA GUERRA ALLE BARRIERE tramite l’attivazione di un canale per far confluire segnalazioni relative la presenza di BA all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP).
  • Collaborazione con il Servizio Fabbricati circa l’analisi critica delle progettazioni interne di opere pubbliche (piazza a fianco di Santa Brigida ed ampliamento del Cimitero di Coldirodi), in tale sede sono stati dati utili indicazioni ai progettisti.
  • Partecipazione ai convegni sulla disabilità promosso dalla Consulta Regionale per la tutela dei diritti delle persone handicappate svolti ad Imperia negli ultimi anni.
  • Indagine sulla accessibilità degli Stabilimenti Balneari e delle Spiagge Pubbliche Attrezzate site nel territorio comunale al fine di aggiornare la GUIDAMARE redatta dalla Consulta Regionale per l’Handicap
  • Segnalazione della inaccessibilità del polo museale Santa Tecla (risolto con l’intervento del Servizio Viabilità sull’accesso laterale). Tale situazione è migliorabile in quanto carente di citofono di chiamata. Il comitato ha comunque ritenuto insufficiente questa soluzione in quanto ritiene possibile la realizzazione di un accesso percorribile tramite l’Ingresso principale.
  • Incontro con la Sovrintendenza (progettista ed il Direttore Lavori Arch. Carlo Leone) al fine di dare piena dignità all’accessibilità del polo museale Santa Tecla dall’Ingresso principale. In tale occasione la Sovrintendenza ha motivato la mancata realizzazione di una rampa inserita nella scala di accesso con il ritrovamento di resti storici tali da impedirne l’esecuzione e rimandato la soluzione al proseguimento dei lavori di restauro del Forte quando si potrà realizzare il recupero dell’antico fossato, il quale potrà essere utilizzato per realizzare la rampa di accesso all’Ingresso principale
  • Attivazione del Servizio Fabbricati per la progettazione di un servizio igienico accessibile all’interno del Palafiori, piano -1.
  • Dal giorno della sua formazione sono state svolte circa 40 riunioni del Comitato.
  • Interventi effettuati sul territorio a seguito di individuazione criticità

Progetti

  • Collaborazione con Associazioni di categoria (turistico/alberghiere) al fine di promuovere l’accessibilità alle strutture ricettive (spiagge, alberghi, ristoranti, bar, …) con la finalità di dare informazioni turistiche all’utenza.
  • Informazione tramite tavole rotonde o seminari ai dipendenti tecnici del Comune al fine del miglioramento della formazione tecnico professionale per evitare errori di sottovalutazione sugli interventi di loro competenza, anche nell’ambito della valutazione delle pratiche di edilizia privata.
  • Affinare le dinamiche di partecipazione e coinvolgimento reciproco, con tutto l’organigramma tecnico operativo comunale, come supporto pratico nella progettazione ed in corso d’opera su i vari interventi proposti.
  • Affidamento dell’incarico da parte dell’Amministrazione ad un tecnico esperto al programma e sviluppo del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA); per avere una visione decisiva per gli interventi da realizzare completi e sincronizzati di viabilità, accessibilità e fruizione degli edifici pubblici cittadini.
  • Approfondire lo studio all’uso dal sitema LOGES (Linea di Orientamento Guida e Sicurezza) sistema pedotattile e cromatico, dedicato a non vedenti e ipovedenti. Curare l’uso e lo sviluppo della segnaletica verticale
  • Comunicare e divulgare l’operato del PEBA sulle cose fatte, tramite comunicato stampa e aggiornamento del sito nella sezione dedicata. (PEBA)